Prima Assicurazioni: premi più che raddoppiati, in 9 mesi +107% a 195,2 Mln

La tech company raggiunge a settembre 900 mila clienti attivi. Ottatthycal: "Risultati oltre le previsioni, supereremo target 2020"

Prima Assicurazioni chiude i primi nove mesi del 2020 con risultati in forte crescita e, nonostante il lockdown che ha colpito l’economia italiana in primavera, alza l’asticella degli obiettivi e punta a superare ampiamente 1 milione di clienti attivi a fine anno. La tech company che opera come agenzia assicurativa specializzata in polizze auto, moto e furgoni registra nei primi nove mesi del 2020 una raccolta premi di 195,2 milioni di euro, in aumento del 107% rispetto ai 94,4 milioni dello stesso periodo del 2019. Prima Assicurazioni raggiunge, inoltre, un ulteriore traguardo sfiorando già a settembre quota 900 mila clienti attivi. In particolare, alla fine del terzo trimestre i clienti attivi sono 897 mila, il 97% in più rispetto ai 456 mila di settembre 2019. Nei primi nove mesi del 2020, Prima Assicurazioni ha venduto 766 mila polizze, di cui 232 mila sono rinnovi e oltre 534 mila polizze sono rappresentante da nuovi contratti, con un incremento del 114% rispetto polizze new business vendute tra gennaio e settembre 2019.

“I risultati di questi 9 mesi – commenta George Ottathycal Kuruvilla, General Manager di Prima Assicurazioni - riflettono una realtà che non solo è sempre più solida ma che ha tutte le carte in regola per proseguire in una crescita più che esponenziale. Un trend che in questo terzo trimestre è stato perfino superiore alle nostre previsioni. Nonostante il leggero rallentamento nella fase di lockdown, il business ha registrato una forte accelerazione con la ripresa delle attività che ci permette oggi di alzare l’asticella e di puntare a superare il target di 1 milione di clienti attivi a fine anno, con l’obiettivo di raddoppiare la raccolta premi rispetto al 2019. Agendo come tech company abbiamo saputo cogliere l’occasione della ripartenza grazie al team di professionisti e all’approccio 'data-driven' che ci contraddistingue, ma anche per merito dell’impegno e del sempre più forte coinvolgimento della nostra rete di agenti e broker che sta crescendo tantissimo”.

I risultati confermano infatti la validità della strategia omnicanale di Prima Assicurazioni, che opera sia con il canale diretto online, sia attraverso una rete di agenti e broker in continua espansione. Nei primi 9 mesi dell’anno, a settembre 2020 rispetto a dicembre 2019, i volumi di polizze stipulate dagli intermediari partner sono aumentati addirittura del 407%, rappresentando una quota di new business sul totale pari già a oltre il 20%.

 

Risultati terzo trimestre 2020

A evidenziare il trend esponenziale di crescita di Prima Assicurazioni sono proprio i risultati del terzo trimestre che mostrano la decisa accelerazione con 80,1 milioni di euro di raccolta premi, in crescita del 129% rispetto ai 35 milioni del periodo luglio-settembre 2019. I nuovi clienti acquisiti nel solo terzo trimestre sono oltre 215 mila, a fronte dei 95 mila dello stesso periodo dello scorso anno, con un aumento del 126%. Le polizze vendute in luglio-settembre 2020 sono oltre 300 mila, con un incremento del 115% rispetto al terzo trimestre del 2019.

“Prima Assicurazioni - aggiunge Mauro Piccinini, Chief Financial Officier - è riuscita in pochi anni a guadagnarsi di diritto un posto tra i principali player del mercato assicurativo italiano. Ci siamo conquistati un ruolo da game changer sul mercato, offrendo un’esperienza di sottoscrizione di qualità superiore e prezzi competitivi per i nostri clienti. Continueremo a tenere alto il livello dello sfida applicando la nostra tecnologia proprietaria e rafforzando ulteriormente la nostra offerta ai clienti grazie alle partnership che abbiamo in essere con importanti attori internazionali come Munich Re, nostro storico alleato, e Swiss Re, con cui abbiamo concluso un importante accordo strategico alla fine dell’estate”. Alla fine del terzo trimestre del 2020 Prima Assicurazioni conta 259 dipendenti, con un incremento dell’80% rispetto ai 144 collaboratori di settembre 2019. L’età media del personale è di 31 anni.

Milano, 22/10/2020